CONVOCAZIONE ASSEMBLEA DEI SOCI DELL’ASSOCIAZIONE “LA CONCORDIA”

L’Assemblea dei Soci dell’Associazione “La Concordia” è fissata in prima convocazione per il giorno 1 Ottobre 2021 alle ore 7.30 presso la sede sociale, e in seconda convocazione per il giorno sabato 02 Ottobre 2021 alle ore 16.00 presso il Ristorante “Al Raduno” sito in Morlupo (RM), via Flaminia km 29,00 , per discutere e deliberare sul seguente ordine del giorno:

  1. Rinnovo Consiglio di Amministrazione e nomina del Presidente.
  2. Riqualificazione Pantanelle: decisione su come sbloccare la procedura con il Comune in modo tale da consentire allo stesso l’impego dei fondi donati dalla SISAL.
  3. Edificio che ospita la sede dell’Associazione: decisione relativa alla necessità di effettuare un atto notarile per regolarizzare la proprietà a carico della Concordia al fine di facilitare le procedure di ristrutturazione/ricostruzione della stessa.
  4. Necessità di individuare un terreno, possibilmente all’interno o nei pressi del paese e di facile accesso, ove collocare temporaneamente i sampietrini che sono stati rimossi dalla strada principale causa lavori. Eventuali proposte in merito.
  5. Varie ed eventuali.

Chi avesse piacere di pranzare o cenare presso il Ristorante può prenotare il tavolo al numero 069035033.

L’Assemblea dei Soci è pubblica, si ricorda però che solo i Soci in regola con il versamento delle quote associative relative agli anni 2020 e 2021 possono prendere la parola e votare per i punti all’ordine del giorno. Per chi non avesse ancora provveduto e volesse farlo (15€ all’anno per ogni persona maggiorenne, esclusi gli over 80 anni), è possibile effettuare un bonifico secondo le indicazioni seguenti:

  • Iban: IT34P0832703202000000038081
  • Intestatario: La Concordia
  • Swift code: ROMAITRR
  • Causale: Pagamento quota associativa Concordia anno (ad es. 2020: 2021 ecc.) oppure se si trattasse del pagamento di più quote inserire la somma totale e indicare a quanti e quali anni solari tale somma si riferisca.

In caso di versamento tramite bonifico, si prega vivamente di effettuarlo con almeno 3-4 giorni di anticipo rispetto alla data dell’assemblea, per dare modo al Tesoriere di verificare e registrare il pagamento. In alternativa, sarà possibile procedere al versamento delle quote in contanti direttamente il giorno dell’Assemblea, prima dell’inizio della stessa.

Infine, da Statuto: “L'associato che è impossibilitato a partecipare può essere rappresentato da un altro associato a mezzo di delega scritta. Ogni associato non può avere più di cinque deleghe. Le deleghe non possono essere date agli amministratori.” (si precisa che, affinché le deleghe siano valide, sia il delegante che il delegato devono risultare in regola con il versamento delle quote associative relative agli anni 2020 e 2021).

Lettera ai Cornillari in data 25/02/2021

Come anticipato dalla comunicazione del 13 dicembre 2020, la Garc è stata incaricata delle demolizioni degli ultimi edifici secondo quanto previsto dalle ordinanze comunali. La Regione Lazio ha formalmente affidato i lavori alla DGRC.

Siamo arrivati al dunque, martedì 2 marzo inizieranno!!!!!!

Le demolizioni seguiranno il seguente ordine:

  • Part. 2 prop. Marco Di Pietro
  • Part. 4 prop. Giancarlo Palombini
  • Part. 72 prop. Pietro, Leopoldo, Ferdinando, Gabriella, Giovanni Di Carmine
  • Part.75 prop. Alessandra Di Carmine
  • Part. 81 sub.1 prop. Palombini Anna Rita e Marinelli Domenico
  • Part. 108 prop. Ferdinando e Gabriella Di Carmine
  • Part. 109 sub.3 prop. Gabriele e Paolo Antei

Per gli edifici più grandi la demolizione dovrebbe durare due/tre giorni al massimo per cui la durata complessiva dei lavori dovrebbe protrarsi per almeno due settimane.

Come scritto sulla comunicazione di dicembre…………

”la GARC ha l’incarico di procedere con demolizioni “fast” ovvero demolizioni mediante mezzi meccanici con possibilità di recupero di elementi lapidei. La GARC non potrà occuparsi del recupero di mobili, vestiario e oggetti vari presenti all’interno degli immobili. il recupero di elementi lapidei potrà essere eseguito solo se le operazioni potranno svolgersi in piena sicurezza per gli operatori e soltanto nel rispetto di un progetto di recupero, precedentemente redatto da tecnici della GARC, secondo le indicazioni dei proprietari. A tal proposito vi chiediamo di riflettere su eventuali elementi da recuperare, di elencarli e trasmetterli ai tecnici della GARC nel momento che verrete contattati. Precisiamo che gli elementi saranno solo di natura lapidea: camini antichi, particolari conci, cantonali”

La GARC comunicherà con almeno due giorni di anticipo la data di inizio di ogni demolizione

Un abbraccio

La Concordia

Cari amici di Cornillo Nuovo...

Normalmente, come Consiglio di Presidenza della CONCORDIA saremmo stati in questo periodo impegnati nell’organizzazione della celebrazione di S. Antonio Abate e magari anche a contare, tra una battuta e l’altra, il numero di partecipazioni confermate per il pranzo. Invece i conteggi che ormai siamo assuefatti a fare e che d'altronde ci vengono quotidianamente proposti dai media sono altri. Vi sarete accorti da soli di come quest’anno non vi sia arrivata alcuna informativa per il Pranzo di S. Antonio e presumo non vi siate troppo scomodati a chiedervi il perchè. I conteggi di cui sopra sono dolorosi da leggere, inquietanti da interpretare come lo sono anche le previsioni per il prossimo futuro, ma comunque inequivocabili. La Pandemia ha avuto la meglio per quest’anno, ha vinto una battaglia. Le restrizioni ci impediscono di aggregarci come vorremmo, e anche senza restrizioni, il buonsenso ci avrebbe probabilmente consigliato di evitare assembramenti. Tuttavia non c’è e non ci sarà pandemia (e speriamo vivamente di non essere smentiti dai fatti su questo) che possa cancellare il legame che tutti noi abbiamo verso il nostro paese e verso chi lo popola.

La Festa di S. Antonio Abate con pranzo annesso (una modalità di comunione “made in Cornillo” che tutte le altre frazioni ammirano e un tantino ci invidiano per loro stessa ammissione) è la trasposizione a bassa temperatura della nostra Festa estiva. Ci presentiamo in gran numero e ci raccontiamo fatti, eventi, ed aneddoti divertenti già noti e arcinoti (senza i quali tuttavia torneremmo a casa insoddisfatti). Inoltre da quattro anni l’appuntamento di S. Antonio è diventato un evento irrinunciabile per confrontarci sulle problematiche inerenti la ricostruzione e sulle direttive di volta in volta diramate da governi e uffici per la ricostruzione che non sempre spiccano per chiarezza espositiva.

Ok per questo Gennaio saltiamo il turno. Ce ne faremo una ragione. D’altronde se danno forfait eventi tipo le Olimpiadi figuriamoci se non possiamo farlo noi. Tuttavia idealmente siamo comunque tutti vicini e legati da un sentimento comune, e credo sia questa la cosa importante. In realtà conteremmo di recuperare questo S. Antonio perduto in altro periodo del 2021 nel momento in cui la pandemia dovesse allentare la sua stretta e il radunarsi insieme non dovesse più costituire un pericolo per nessuno, per cui tenetevi sempre pronti. Per ora però dovrete accontentarvi dei nostri auguri affinchè possiate trascorrere una Festa di S. Antonio serena con i vostri cari o con chiunque altro avrete deciso di trascorrerla. Per quanto concerne invece l’aggiornamento sulle tematiche relative alla ricostruzione, agli aggregati, all’inizio dei lavori e quant’altro cercheremo di aggiornare tutti i soci direttamente sul sito web di Cornillo Nuovo www.cornillonuovo.it così come sul gruppo WAPP “Concordia Soci”.

Probabilmente a brevissimo (qualche giorno) il Presidente scriverà una nota informativa sulle ultime novità che speriamo possa esservi utile. Vi ringraziamo comunque della partecipazione sempre molto attiva che riscontriamo sui social (le foto di Cornillo imbiancato sono sempre molto suggestive e personalmente (Romeo) mi riportano ai capodanni spensierati che passavo a Cornillo da ragazzino…altri tempi, sia per il “ragazzino” che per lo “spensierati”). Segnaliamo che il gruppo WAPP “Concordia Soci” amministrato da Marco Spinelli (disponibile ad affrontare tutte le lamentele e a risolvere problemi) si è arricchito di numerose new entries ultimamente e questo non può fare altro che piacere. Ricordiamo a tutti soci della Concordia, a coloro che si apprestino a diventarlo e anche ai non soci, che “Concordia Soci” è il nostro (unico) canale ufficiale What’s App tramite il quale divulghiamo le informazioni relative all’Associazione, oltre che pubblicarle sul sito web di Cornillo Nuovo.
Con ciò concludiamo questo lungo messaggio rinnovando gli auguri per un felice 2021.

Un abbraccio

Il Consiglio di Presidenza della Concordia

COMUNICAZIONI DA PARTE DEL CONSIGLIO DELL’ASSOCIAZIONE ‘LA CONCORDIA’

13 Dicembre 2020

Come avrete sicuramente saputo, a breve dovrebbero demolire gli ultimi edifici secondo quanto previsto dalle ordinanze comunali.

Questa estate eravamo rimasti con la previsione e la speranza di arrivare all’estate prossima con l’avvenuta demolizione di alcuni edifici e la messa in sicurezza di altri. Il Comune di Amatrice ha emesso l’ordinanza n.15 in data 07/11/2019 nella quale ha disposto la demolizione delle seguenti particelle:

  • Part. 2 prop. Marco Di Pietro
  • Part. 4 prop. Giancarlo Palombini
  • Part. 72 prop. Pietro, Leopoldo, Ferdinando, Gabriella, Giovanni Di Carmine
  • Part.75 prop. Alessandra Di Carmine
  • Part. 81 sub.1 prop. Palombini Anna Rita e Marinelli Domenico
  • Part. 108 prop. Ferdinando e Gabriella Di Carmine
  • Part. 109 sub.3 prop. Gabriele e Paolo Antei

Nell’elenco delle demolizioni da effettuare, riportate a pag.10/14, sono anche presenti le particelle 72,75 e 81 che nelle Prescrizioni Operative allegate al GTS del 12/11/2018, redatte da Comune di Amatrice congiuntamente al MIBACT, venivano indicate come interventi di messa in sicurezza. È rimasta la sola particella 96 oggetto di messa in sicurezza.

Nelle prescrizioni operative (Pag.21/56) veniva anche disposta la demolizione della particella:

  • Part. 109 prop. Annunziata Palombini, Alessandro e Roberto Di Carmine, Francesca Capua, Andrea Ciaralli.

In settimana abbiamo contattato la società GARC Spa nella persona dell’Ing. Paolo Gatta, ci ha confermato che la società ha in carico la demolizione e la messa in sicurezza delle particelle sopra riportate. La GARC sta attendendo il formale affidamento dei lavori (comunicazione di inizio lavori) da parte della Regione Lazio prima di procedere alle demolizioni, chiaramente non si è espresso sui tempi poiché non dipendono dalla stessa ditta.

La GARC ha l’incarico di procedere con demolizioni “fast” ovvero demolizioni mediante mezzi meccanici con possibilità di recupero di elementi lapidei. La GARC non potrà occuparsi del recupero di mobili, vestiario e oggetti vari presenti all’interno degli immobili.

Il recupero di elementi lapidei potrà essere eseguito solo se le operazioni potranno svolgersi in piena sicurezza per gli operatori e soltanto nel rispetto di un progetto di recupero, precedentemente redatto da tecnici della GARC, secondo le indicazioni dei proprietari.

A tal proposito vi chiediamo di riflettere su eventuali elementi da recuperare, di elencarli e trasmetterli ai tecnici della GARC nel momento che verrete contattati.

Precisiamo che gli elementi saranno solo di natura lapidea: camini antichi, particolari conci, cantonali.

Riportiamo sotto i link per visionare l’Ordinanza n.15 del 07/11/2019 e le Prescrizioni Operative allegate al GTS del 12/11/2018

Link 1: Gts n.01 del 12.11.2018

Link 2: ord.n.213 del 07-11-2019

Cogliamo l’occasione per augurare a tutti i Cornillari un sereno Natale


Un caro saluto,

La Concordia.

Assemblea Concordia Agosto 2020

Domenica 23 Agosto 2020 si è svolta l'assemblea annuale Associazione “La Concordia”. Nel corso dell'assemblea sono stati dibattuti gli argomenti di seguito verbalizzati:

Membri del Consiglio Presenti:Marco Di Pietro (Presidente), Marco Spinelli (segretario pro tempore) Romeo Di Pietro, Fabio Di Pietro, Alessandro Di Carmine.

Persone presenti: 40-45 circa

Apre il Presidente che fornisce alcune informazioni riguardanti la ricostruzione.

Ricostruzione: problematiche sugli Aggregati inerenti le proprietà.

Al fine di procedere alla richiesta di contributo ogni possessore di un immobile, o anche solo di una parte di questo, deve dimostrare la proprietà attraverso un atto di compravendita o una successione. In mancanza di tale documentazione non sarà possibile completare la procedura di ricostruzione degli immobili.

Le nuove abitazioni ricostruite, dovranno rispettare normative Igienico Sanitarie:

  1. Le dimensioni delle aperture finestrate dovranno rispettare il rapporto aeroilluminante richiesto dal Comune di Amatrice in relazione alle dimensioni degli ambienti interni. Questo determinerà in ogni caso l’aumento delle dimensioni delle finestre attualmente presenti nella maggior parte delle abitazioni.

  2. L’altezza netta dei piani destinati ad abitazione (residenziale) dovrà essere di almeno 255 cm. Una volta applicata (e si potrà applicare solo agli edifici demoliti e ricostruiti) questa regola comporterà l’aumento dell’altezza totale dei nuovi edifici determinando un probabile cambiamento dello skyline degli aggregati rispetto a quanto eravamo abituati ad osservare nel periodo pre-sisma.

Ristrutturazione Chiesa: Al momento sono stati stanziati dal Ministero dei beni Culturali circa 1.200.000 Euro. Tuttavia il Ministero non vorrebbe occuparsi direttamente della cosa ma passare le competenze della ricostruzione delle chiese direttamente alla Curia. Nell’attesa che tale accordo si formalizzi non siamo ancora in grado di prevedere i tempi della ristrutturazione della nostra chiesa. Il Sig. Filippo Palombini faceva notare come in questo momento la Curia potrebbe avere problemi ad organizzare la ricostruzione per possibile mancanza di competenze e che probabilmente ci sarà bisogno di proporsi in aiuto in qualche modo sebbene al momento, come già detto, non sarebbe possibile farlo perché il punto sulla situazione non è ancora stato fatto.

Ristrutturazione delle Infrastrutture: Da progetto la ricostruzione dovrebbe essere susseguente alla realizzazione delle nuove infrastrutture: rete fognaria, rete di adduzione idrica, rete elettrica e rete viaria. In realtà è molto probabile che ciò non avverrà poiché Cornillo ha molte delle sue infrastrutture quasi totalmente funzionanti.Il grado di funzionalità delle infrastrutture purtroppo verrà valutato solo quando tutto il Paese tornerà ad essere completamente attivo (ossia quando tutti gli edifici saranno stati ricostruiti). Per cui apparentemente sembra il classico caso del cane che si morde la coda....Anche in questo caso il Sig. Filippo Palombini fa notare come per questa questione, come per altre, è possibile che le frazioni possano proporre soluzioni limitate al loro territorio ristretto che velocizzino i processi, ma anche in questo caso rimaniamo nel campo delle illazioni purtroppo.

Progetto Pantanelle: Al momento siamo in attesa di decisioni del Comune a seguito delle nostre ripetute richieste finalizzate a realizzare gli impianti sportivi evitando di cedere la proprietà dei terreni al Comune. Il nostro incontro con i vertici comunali ha purtroppo evidenziato una allarmante assenza di contezza della situazione, nonostante tutto l’iter fosse già stato avviato dalla precedente amministrazione.Anche in questo caso ci sentiamo purtroppo impotenti nel portare a termine un processo che sarebbe di grande utilità ed interesse per il ritorno delle persone (soprattutto i più giovani) in paese. Comunque non molleremo la presa.

Terreni di Proprietà:La Concordia ha affittato fino al 2027 circa 90 ettari di terreni alla Sig.ra Marina Moresi, unica richiedente al momento della scadenza dei precedenti contratti.

Quote associative: Ad oggi risulta che L’Associazione “La Concordia”abbia coinvolto un numero di soci (ossia persone che hanno pagato la quota almeno una volta a partire dal 2008) pari a325. Alcuni di questi soci, per forza di cose, non sono più tra noi ma a loro (i nostri padri fondatori) continuiamo a rivolgere il nostro pensiero e il nostro ringraziamento. La Concordia però può contare su un numero di soci che si aggira intorno alle 280-300 unità. Purtroppo di queste unità solo una piccola parte continua a pagare la quota associativa (15 euro per persona maggiorenne) regolarmente. In relazione al terremoto del 2016 e della Pandemia COVID-19 che ci ha colpito in questo ultimo anno abbiamo deciso di fare un gesto di apertura sperando che si trasformi in qualcosa di buon auspicio per la ripartenza del paese. Il gesto in questione è quello di non richiedere le quote pregresse degli anni precedenti al 2020 a coloro che non le avessero ancora pagate e di ripartire con le quote dell’anno in corso.

Viene dunque posta in votazione la delibera secondo la quale si stabilisce una sanatoria per le quote associative pregresse e una ripartenza ex novo a partire dalla quota 2020.

Risultato della votazione:

FAVOREVOLI 17; CONTRARI 11; ASTENUTI 1

L’Assemblea approva.

(Breve commento).Normalmente la sanatoria delle quote pregresse non è la prassi in uso nelle associazioni, di qualunque tipo esse risultino. Tuttavia, come dicevamo, il nostro vuole essere un gesto di apertura dettato soprattutto dalla consapevolezza che proprio a causa della concomitanza di eventi nefasti, il momento è cruciale per la salvaguardia di una parte importante della nostra identità come singoli individui e della nostra comunità di genti dal passato condiviso. “Cornillo nel cuore” non deve essere solo uno slogan con il quale riempirsi la bocca o da esibire stampato su magliette e cappellini o da depositare nel libro dei ricordi. Cornillo arriva al cuore perché noi lo viviamo e lo respiriamo. Oltre che nel cuore Cornillo dovrebbe essere nei nostri pensieri, nelle nostre braccia, gambe, piedi. Cornillo ha ancora la forza e la dignità di essere un paese vissuto e non solo raccontato ai nipoti. Perfare ciò abbiamo bisogno di sostegno, morale e materiale. Anche nel nuovo corso la quota associativa rimarrà stabile a di 15 euro l’anno e consentirebbe di partecipare alle Assemblee, di avere diritto di voto nelle decisioni riguardanti il paese(tra cui quella di partecipare ed leggere un nuovo Consiglio direttivo), di ricevere informazioni sulla ricostruzione, di usufruire delle strutture messea disposizione dalla Concordia.Probabilmente nessuno ha mai pensato al fatto che la Concordia è una associazione privata che ha sempre messo a disposizione beni e servizi agli abitanti di Cornillo. Di tali beni (ad esempio il campo di calcetto delle pantanelle) e servizi(pulizia del cimitero, costruzione di una piazza oggi purtroppo non utilizzabile, messa a disposizione di un bar temporaneo estivo)tutti hanno usufruito ed usufruiscono sebbene tale fruizione sarebbe per statuto destinata ai soli soci. Quando si chiedono a gran voce soluzioni migliorative o innovative per il paese (ad esempio l’area camper, un centro di aggregazione, l’estensione del cimitero, il rifacimento del Campo di calcetto, il restauro delle fontane...) non ci si sofferma mai a pensare che tali operazioni richiedono non solo tempo di lavoro volontario per proporre, pianificare e progettare le cose ma anche i fondi necessari per metterle in pratica. Noi crediamo che anche dall’essere disponibili al pagamento di una quota associativa annua (che pesa complessivamente sulle finanze del singolo meno di una pizza e birra con gli amici.....) si possa percepirel’entità del senso di coesione che ci contraddistingue. Per tale motivo, oltre a rinnovare l’invito a visitare il sito web di Cornillo Nuovo (http://www.cornillonuovo.it/) abbiamo deciso di creare una nuova chat su Whatsapp che riteniamo giusto destinare ai soli soci della Concordia i quali saranno costantemente informati sulle attività dell’associazione.

Tra le modalità di pagamento della quota associativa (15,00 euro ogni persona maggiorenne; over 80 anni esclusi) vi è ovviamente quella del pagamento in contanti (del quale abbiamo usufruito al termine dell’assemblea) oppure il comodissimo bonifico al seguente Iban:

Iban: IT34P0832703202000000038081
Intestatario: La Concordia
Swift code: ROMAITRR
Causale pagamento: Pagamento quota associativa Concordia anno (ad es. 2020: 2021 etc) oppure se si trattasse del pagamento di più quote inserire la somma totale e indicare a quanti e quali anni solari tale somma si riferisca.

Area Camper: La Signora Nadia Ciaralli ci ha informato circa la possibilità di acquistare alcune Case su ruote a 6000 € da collocare in un’area adibita allo scopo. Pur essendo state individuate tre aree idonee sulla carta, non siamo riusciti a concludere alcun accordo con i proprietari dei terreni a causa di diversi motivi (economici, di possibile futuro utilizzo per i proprietari ecc..). Tuttavia La Concordia rimane aperta ad ogni suggerimento o proposta da parte di qualsivoglia abitante del paese che volesse mettere a disposizione un terreno idoneo alla realizzazione dell’Area Camper in seguito ad un accordo di comodato d’uso gratuito o anche soggetto a compenso.

Cimitero: Richiesta la messa in pristino della Delibera ( ??? ) di Giunta (o di Consiglio) approvata riguardante l’inizio dell’iter di ampliamento dell’attuale Cimitero a seguito della messa a disposizione del terreno avvenuta grazie alla gentile donazione da parte di Leonardo D’Angelo avvenuta nel 2013.

Elezione nuovo Consiglio Direttivo della Concordia: L’attuale Consiglio direttivo è arrivato alla fine del proprio mandato triennale. Non avendo ricevuto candidature alla data dell’Assemblea si è deciso di prolungare ad interim l’attuale Consiglio fino alla data della celebrazione di S. Antonio Abate. In tale occasione verrà eletto in nuovo consiglio sulla base delle candidature pervenute. Si ricorda che potranno candidarsi e esprimere il proprio voto solo i soci in regola con il pagamento delle quote associative.Il Consiglio dovrà essere composto da 7 rappresentanti dai quali verrà eletto successivamente il Presidente.

Rifiuti ingombranti, Illuminazione ed Acqua: Il Sig. Carlo Bongioanni ha chiesto informazioni al Comune di Amatrice sulla Raccolta rifiuti ingombranti ed ha comunicato l’indirizzo e-mail a cui inviare la richiesta completa di elenco dei beni da smaltire. L’indirizzo è il seguente: info@diodoroecologia.it

Ancora Carlo Bongioanni ha parlato dell’intenzione del Comune di utilizzare pali fotovoltaici per l’illuminazione del paese e nel dibattito che ne è seguito è emerso che tali pali andranno necessariamente collocati in ambiti ben esposti affinchè risultino efficienti, per cui la disposizione che ne scaturirà potrà essere differente da quella attuale e strettamente legata appunto all’ubicazione che risultasse più vantaggiosa in termini di accumulo energetico. Infine sempre il Sig. Carlo Bongioanni ha chiesto all’Associazione di prendere posizione sulla mancanza di acqua nella Frazione e di pretendere dal Comune un intervento immediato.

Non essendovi ulteriori argomenti da esporre o null’altro da dichiarare o su cui discutere il Presidente dichiara chiusa l’assemblea.

E' possibile scaricare il verbale dell'assemblea al seguente link: Riunione Ass.LaConcordia 23 Agosto

La nuova campana di cornillo

Strade

"L'antica chiesetta che t'assale con la mole sua semplice e queta, l'arcuato altare dove patriarcale, siede solenne il grande anacoreta: il quale, con aspetto eremitale rende al peccator l'anima lieta, la qual placata ritorna sincera, sciogliendosi tranquilla alla preghiera."

S.Antonio negli anni..

S.Antonio negli anni

Vedi Anche...

Comune di Amatrice